2 Ott · GelatoMyWay · No Comments

Torta della Nonna

2 Ottobre 2017: Festa dei nonni!!!

Quale dolce migliore di una torta della nonna

per festeggiare questa giornata???

 

I nonni sono una risorsa preziosa, sono angeli pazienti e amorevoli coi loro nipoti. E’ una fortuna e una ricchezza avere del tempo da trascorrere con loro, ascoltare i loro racconti, il loro vissuto…

Per questo giorno ho pensato di preparare una classica torta della nonna: profumata frolla ripiena di crema pasticcera e spolverata di pinoli e zucchero a velo… un comfort food eccezionale, quasi come la carezza della nonna quando cadevamo da bambini!!!

 

Alla nonna (di Gabriele d’Annunzio)

D’inverno ti mettevi una cuffietta
coi nastri bianchi come il tuo visino,
e facevi ogni sera la calzetta,
seduta al lume, accanto al tavolino.

Io imparavo la storia sacra in fretta
e poi m’accoccolavo a te vicino
per sentir narrar la favoletta
del Drago Azzurro e del Guerrier Moschino.

E quando il sonno proprio mi vinceva
m’accompagnavi fino alla mia stanza
e m’addormivi al suono dei tuoi baci.

Agli occhi chiusi allor mi sorrideva
in mezzo ai fiori una gioconda danza
di sonni dolci, splendidi e fugaci.

Ingredienti:

 

Zucchero a velo q.b.
Pinoli (o mandorle) q.b.

Per la pasta frolla (ricetta Iginio Massari):

200 g di burro
120 g di zucchero a velo
30 g di miele di acacia
3 tuorli d’uovo medio
1 pizzico di sale
1 bacca di vaniglia
1 limone 
330 g di farina

Per la crema pasticcera:

500 ml di latte intero
2 uova intere 
2 tuorli
130 g di zucchero semolato
40 g di Maizena (amido di mais)
1 bacca di vaniglia
1 pizzico di sale

 

Procedimento:

 

Iniziamo preparando la pasta frolla; in una ciotola mescolare il burro morbido con il miele e lo zucchero a velo; unirei tuorli, il sale e gli aromi (semi della vaniglia e buccia di limone grattugiata).

Setacciare la farina 2 volte poi unirla all’impasto, mescolando il minimo indispensabile a formare un panetto.

Coprire con pellicola o carta da forno e fare riposare almeno 2 ore in frigorifero.

Preparare nel frattempo la crema pasticcera così avrà modo di raffreddarsi.

Mettere il latte in un pentolino con la bacca di vaniglia incisa per la lunghezza a cui avrete prelevato i semini (per preparare la frolla) sul fuoco a scaldare.

In una ciotola mescolare bene con la frusta lo zucchero semolato, il sale e l’amido di mais, poi unire le uova e i tuorli e mescolare energicamente per eliminare tutti i grumi.

Al bollore, filtrare il latte e unirlo alla miscela mescolando ancora; rimettere sul fuoco continuando a mescolare fino a quando la crema non si addensa. Togliere dal fuoco immediatamente e versare in una ciotola con pellicola a contatto e mettere in frigorifero a raffreddare.

Prima di utilizzarla mescolare bene con la frusta.

Stendere la frolla sulla spianatoia ad uno spessore di circa 3-4 mm e foderare uno stampo da crostata o un anello perforato (sia base che bordi), bucherellare la base poi cuocere a 180° C. per circa 25 minuti.

Togliere dal forno e senza togliere dallo stampo (o dall’anello perforato), farcire con un bello strato di crema e ricoprire con uno generoso strato di crema pasticcera ormai fredda.

Ricoprire il tutto con altra frolla stesa  ad uno spessore di circa 2 mm, spennelare con l’albume e distribuire sopra i pinoli (o le mandorle). Prima di infornare di nuovo spolverare di zucchero a velo.

Mettere di nuovo in forno per ulteriori 20 minuti.

Prima di estrarre dallo stampo far intiepidire (o raffreddare)… Noi non ci riusciamo, perchè è troppo buona la torta della nonna ancora tiepida!!!

Buon appetito e mi raccomando… festeggiate i vostri nonni!!!

 

Valentina Pacini

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Categorie

Cerchi un prodotto da acquistare?

©Copyright GelatoMyWay 2018