18 Ago · GelatoMyWay · No Comments

My Paris Dream!

Parigi, 11-15 Agosto 2017.

 

Tanti dubbi e tanti timori prima di questa partenza, ma non per il terrorismo; era tutto programmato da tempo, neanche il minimo dettaglio è stato lasciato al caso. Sono esageratamente meticolosa quando si tratta di organizzare le partenze, ma questa era speciale, anche se forse un po’ banale per molti.

“Che vai a fare a Parigi, ma non ci sei già stata???” è quello che mi hanno detto quasi tutti…

“Ma ci vai da sola???” la domanda a seguire…

E allora? Sì, torno a Parigi e vado da sola!

A Parigi respiro la mia aria “di casa”, trovo gli spunti più interessanti per le mie creazioni dolci, in pochi chilometri quadrati ci sono opere d’arte di valore inestimabile sia a cielo aperto che all’interno dei musei e (per ultimo, ma non tale) è l’unico luogo al mondo dove poter gustare i migliori macaron…

Per il da sola è un altro paio di maniche; non è che mi ha costretta il dottore, ma avevo bisogno di tempo e spazio per me, non nelle quattro mura di casa e questa città che ho visitato più volte mi è sembrata perfetta allo scopo.

Mi serviva per capire meglio me stessa e misurarmi con l’esterno in totale libertà e autonomia.

Il risultato è stato sorprendente, al di là di ogni aspettativa… e quello che più mi dispiace è che sono dovuta arrivare a quasi 43 anni per capire che viaggiare da sola è un’esperienza che arricchisce tantissimo, soprattutto porta a conoscere meglio se stessi, quasi un amarsi di più!!!

Ho adorato il silenzio di alcuni momenti, in special modo la mattina presto, il confondersi con i locali, frequentando caffè non turistici, per poi farmi “sgamare” subito che non ero una parigina DOC, appena pronunciavo qualsiasi frase nel mio “mix creolo” di francese, inglese, spagnolo e dove non arrivavo con la terminologia utilizzando l’italiano e persino il linguaggio dei segni…

Mi sono concessa un piccolo regalo a me stessa, un avverarsi di un sogno quasi proibito, il sentirmi quasi una principessa, un incrocio fra Cenerentola e Alice nel paese delle meraviglie per poche ore, che rimarranno per sempre indelebili nella mia mente e soprattutto nel mio cuore.

Farlo da sola è stato un surplus, mi sono gustata ogni attimo, assaporato ogni istante come qualcosa di unico e prezioso e soprattutto tutto mio!!!

Tutto un viaggio, solo per godere di un unico momento, un semplice “tea time”, un anticipo di regalo di compleanno, per gustare i capolavori di colui che è considerato il n. 1 dei pasticceri mondiali (Cedric Grolet), all’interno di uno dei più suggestivi hotel parigini Le Meurice.

Ne è valsa la pena: affrontare il viaggio, godersi il momento e gustare quel fantastico tè, che in realtà era una fantastica cioccolata calda, ma soprattutto misurare i miei limiti e superarli senza paura e senza timore, scoprendo che al di là c’è solo forza…

A presto,

 

Valentina Pacini

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Categorie

Cerchi un prodotto da acquistare?

©Copyright GelatoMyWay 2018