20 Feb · GelatoMyWay · No Comments

Una giornata con Alex Servida

Padulle, 18 Febbraio 2017.

 

 

Sveglia all’alba, partenza in direzione Bologna, per una giornata che si prospetta intensa e ricca di novità.

All’arrivo a Bologna vengo accolta da una nebbia fitta, che poteva essere tagliata col coltello; non avevo riferimenti di nessun tipo se non il navigatore, mio prezioso alleato di ogni viaggio, e le linee bianche lungo il tragitto.

Arrivo comunque a destinazione, il navigatore mi informa di essere arrivata quando scorgo ai lati della strada un signore che me lo conferma e mi indica dove posteggiare l’auto.

Vengo accolta dalla padrona di casa, Silvia e scopro che il signore tanto gentile fuori, altri non era che il marito; saluto i presenti e mi accomodo in una bella cucina aperta dove è già tutto allestito per la giornata.

Dopo un caffè e due chiacchiere coi presenti, arriva Alessandro Servida accompagnato da un giovane che inizialmente credevo fosse il suo assistente: sarà lo stesso pastry-chef a spiegarci che Giacomo, questo è il nome dell’accompagnatore, non è un pasticcere ma un amante della pasticceria suo amico che lo accompagna spesso ad eventi, corsi…

Ognuno di noi viene fornito di una dispensa dove sono spiegate le ricette, le dosi e i procedimenti e dopo poco anche di un cucchiaino con cui assaggiare direttamente dalle bastardelle durante le preparazioni.

Non vi sto a raccontare quanta fatica e sofferenza dover assaggiare cremosi, mousse e namelake!!! Vi assicuro però che erano buonissimi…

Alessandro Servida ha preparato davanti ai nostri occhi 3 torte con varie composizioni: Sogno, Passione e Lemon Pie; dopo 2 frolle, una sfrolla, creme e cremosi di varia consistenza e gusto dispensandoci consigli sulle eventuali variazioni e combinazioni; non si è assolutamente risparmiato, ad ogni domanda rispondeva con competenza e cortesia.

Mentre ero intenta ad ascoltare, prendere appunti e scattare foto, qasi non mi sono accorta che fosse arrivata l’ora di pranzo e che nel frattempo era stato allestito un tavolo buffet con grissini, focacce, affettati, una caponata di melanzane deliziosa e delle ciotoline con una zuppa di ceci e castagne dal gusto incredibile.

Il dopo pranzo trascorre in un baleno, le preparazioni sono tutte pronte tranne la meringa italiana per la Lemon Pie e lo chef deve solo assemblarle in pratica: nonostante fosse in una cucina non professionale, benchè abbastanza fornita, la classe, l’eleganza e la perfezione (come potete vedere nelle foto sotto) non ne ha minimamente risentito.

Che dire… una giornata indimenticabile ricca di conferme e di nuovi stimoli.

Alla prossima,

 

Valentina Pacini

 

 



Categorie

Cerchi un prodotto da acquistare?

Sostienici!

Siti Partner:

Dedicato ai foodblogger che vogliono crescere insieme, facendo rete


mytasteit.com

trova ricetta

la mia gallery su Snappetize

ricette2.0

@gelatomyway

©Copyright GelatoMyWay 2017