3 Giu · GelatoMyWay · No Comments

Firenze Gelato Festival 2013

Ciao a tutti,

come accennato in precedenza, sabato 18 Maggio 2013 abbiamo fatto un giretto anche noi a Firenze per il Festival del Gelato.

Per fortuna, dopo una settimana di pioggia, il meteo è stato clemente con noi e ci ha risparmiato una brutta avventura… anche se ci eravamo premuniti di ombrellini nel caso il tempo non reggesse!!!

Siete curiosi di sapere le novità di questa kermesse???

Vi accontento subito…

Appena arrivati in Piazza Santa Maria Novella, proprio a due passi dalla stazione, abbiamo scorto gli stand del festival dove abbiamo acquistato i coupon con cui avevamo diritto a 5 assaggi + un cocktail gelato alla “modica” cifra di 10€.

Allegato al coupon c’era un tagliandino tramite il quale potevamo prendere il kit in omaggio: borsa shopper della manifestazione, guida, volantino promozionale Eni e un pacchettino di cannolini di Bussy con cui gustare i gelati proposti.

Fatte le due file che, benchè lunghe sono state relativamente veloci (i ragazzi dello stand erano ben organizzati) ci siamo diretti a quello che ci interessava veramente: il gelato.

Il Festival si e’ svolto in 3 piazze molto belle e caratteristiche di Firenze: Santa Maria Novella (come già detto), degli Storti (dove c’era il villaggio giapponese) e della Repubblica (interamente a beneficio di Sammontana).

Proprio al villaggio Sammontana in Piazza della Repubblica abbiamo dedicato nemmeno 5 minuti del nostro tempo, giusto per fare 2 foto e gettare nel cestino quello che secondo loro era il gusto della manifestazione “Cantuccini e Vin Santo” (io sono solo una appassionata, non una gelataia, ma la mia ricetta della crema al Vin Santo con cantucci si è letteralmente rivoltata… nella tomba).

Troppo… in tutto: troppo zucchero, esagerato il bilanciamento di alcool… finiamola qui, non facciamo polemiche: è solo un gelato industriale!!!

Al villaggio giapponese di Piazza degli Storti, di fronte all’omonimo palazzo, l‘Associazione Culturale Tokaghe vendeva gadget a tema e forniva indicazioni sulle pellicole in programmazione al cinema Odeon per la Rassegna di Cinema Giapponese 2013; inoltre si poteva gustare un ottimo gelato al riso e un discreto gelato al thè verde (a me purtroppo il thè verde  piace molto leggero e il gusto del loro gelato era prepotente).

Era a Piazza Santa Maria Novella che si svolgeva il clou della kermesse, decine di banchi da gelateria pieni di golose prelibatezze: dalla crema di agrumi, al gelato al riso nero lomellino abbiamo assaggiato molti gusti davvero interessanti e particolari.

Il gusto che ci è piaciuto in assoluto più di tutti è Aquolina dell’omonima gelateria: una crema al mascarpone variegata con microbignoline bassinate caramellate e affogate in una crema alle nocciole e cacao… vi faccio venire l’acquolina???

Già il nome è tutto un programma!!!

Un altro gelato davvero interessante era anche quello al Panettone di Loison della catena di  gelaterie  “Le botteghe di Leonardo”, forse un po’ fuori periodo ma realizzato con prodotti genuini e di qualità, come ci ha detto l’amministratore delegato della società Lorenzo Marconi, che mi ha anche dato l’idea per un nuovo gusto che presto vi presenterò.

Inoltre, sempre di lato alla piazza, all’Orion Village, si poteva assistere sia al corso di Gelatiere per un giorno promosso da Babbi, dove venivano spiegate le attrezzature, gli ingredienti e le tecniche di produzione del gelato artigianale, che al Gelato Cooking Show dove si alternavano chef del calibro di Vissani e Rugiati a gelatieri di livello come Alessandro Malotti che preparavano prelibatezze per gli avventori.

E proprio Malotti ci ha realizzato in diretta e poi fatto gustare lo zuccotto fiorentino che presto vedrete riproposto da me sia nella versione originale che in una versione rivisitata.

Sempre in piazza Santa Maria Novella era attrezzato un laboratorio mobile “il Buontalenti”, così chiamato in onore dell’inventore del gelato, dove si vedevano alternare i vari gelatieri a preparare le basi o a mantecare i gusti esposti.

Lungo tutto il vetro della struttura, proprio all’altezza dei miei occhi ho potuto sbirciare i vari  prodotti utilizzati per la preparazione e mi sono rincuorata perchè ho constatato che sono gli stessi che adopero io…

Purtroppo, come già avvenuto ad Orvieto, negli stand non erano presenti le liste degli ingredienti, anche se qui a Firenze i maestri gelatieri erano tutti presenti e a disposizione del pubblico.

Inoltre, qualitativamente il festival era decisamente superiore a quello di Orvieto, che tuttavia era logisticamente meglio organizzato.

A presto,

Valentina Pacini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Categorie

Cerchi un prodotto da acquistare?

©Copyright GelatoMyWay 2017